NOSIOLA

La Nosiola ? l?unica variet? autoctona bianca del Trentino. Un tempo molto diffusa su tutto il territorio della provincia era soprattutto coltivata sulla collina di Pressano e nella Valle dei Laghi. In tempi recenti la variet? ha subito un forte ridimensionamento a favore di variet? internazionali tanto da divenire quasi ?rara?. A differenza di quello che si ? sempre pensato i vini che ne derivano possono essere molto longevi.


ZONA DI PRODUZIONE

La Nosiola ? piantata nei vigneti pi? alti ai confini con il bosco ad una quota di circa 500 metri s.l.m. a nord-est di Pressano. Il vigneto ? esposto a ovest e presenta un terreno sciolto posto su un conoide di deiezione di Dolomia profondo e dotato di giusta fertilit?. Le viti hanno un?et? media di 30 anni e sono allevate a pergola semplice, con una densit? di circa 3500 piante a ettaro.


VINIFICAZIONE

Una parte delle uve viene diraspata e macerata per 4-5 giorni fino ?all?alzata del cappello?, a questo punto il mosto fermentante viene unito a quello ottenuto dalla pressatura diretta delle uve. La fermentazione prosegue in contenitori di acciaio inox ed in botte grande di acacia. Il legno di acacia, permette di coniugare i pregi della vinificazione in legno con la salvaguardia del fine e delicato bouquet della Nosiola. Il vino rimane a contatto con il proprio lievito per circa 9 mesi prima di essere imbottigliato alla fine dell?estate.